Notizie

  •  

    Di mestiere faceva il calciatore, e il suo nome era Gigi Meroni

    Novembre 13, 2019
    Cercate le sue foto. Andate a scovare le immagini d’epoca. Guardatelo con la gallina con la quale andava a passeggio, per un breve periodo, e che lo seguiva come un cagnolino, anche al bar per l’aperitivo. Osservate gli occhiali. E i baffi, e il pizzetto. E poi senza. E la barba, e poi senza. Il taglio dei capelli.[...]

    Leggi

  •  

    Pasquale Bruno promise a Raducioiu di rompergli una gamba. Lo fece per davvero

    Settembre 4, 2019
    Torino-Brescia, 7 Febbraio 1993. Sul finire del primo tempo, il difensore del Toro Pasquale Bruno entra duro, durissimo su Florin Raducioiu, guizzante punta delle Rondinelle. Il centravanti romeno viene portato fuori dagli spogliatoi a braccia, con un taglio profondo sino all’osso, dalla tibia al tallone. Una ferita poi suturata con 9 punti. «Bruno ha mantenuto[...]

    Leggi

  •  

    Vannini e il disco di Barry White

    Agosto 1, 2019
    Furino entra deciso e manda la palla fuori: rimessa laterale. Deve effettuarla Vannini. Le squadre si riposizionano in mezzo al campo, quando Renato Curi crolla a terra. Si avvicina Bettega e sente solo un filo di voce: “Via, via che mi tiro su”. Quel pomeriggio Franco Vannini si aggira negli spogliatoi come un automa. Piange:[...]

    Leggi

  •  

    Libera, il talento della Milano by night

    Luglio 17, 2019
    Il ragazzo che portava la maglia numero 11 e sembrava il nuovo Riva. Tutti e due erano del lago Maggiore: Gigi Riva di Leggiuno, Giacomo Libera di Ispra. Vicini di casa e piedi sinistri apparentemente simili. Libera, nel Varese dei primi anni Settanta, faceva coppia con Egidio Calloni non ancora Sciagurato. Il Milan ingaggiò Calloni[...]

    Leggi

  •  

    Como-Juve, la partita della bestemmia

    Luglio 4, 2019
    Pier Paolo Pasolini diceva che le partite di calcio sono l’ultima rappresentazione sacra del nostro tempo. Venti giorni prima della sua tragica morte, la serie A gli rende (involontariamente) omaggio. Seconda di campionato 1975-’76, Como-Juventus. In tribuna di vedetta Azeglio Vicini per visionare i tanti juventini che la coppia Bernardini – Bearzot intende convocare per[...]

    Leggi

  •  

    Jolandona non sa chi sia Corneliusson. Noi lo ricordiamo con nostalgia

    Giugno 28, 2019
    Il centravanti svedese passò cinque anni al Como e fece coppia col  povero Stefano Borgonovo  scomparso, prematuramente. Nelle collezioni di figurine di metà anni 80, era preda ambita e riconoscibilissima: quando le nostre squadre avevano al massimo due stranieri, non potevi non notarli. E capitava anche che uno dei centravanti in quel momento più ambiti[...]

    Leggi

In collaborazione con

© 2018 Il nobile Calcio di Provincia. Tutti i diritti riservati

1 2