Notizie

  •  

    Roccotelli, il maestro italiano della rabona. Magia per pochi

    Aprile 22, 2019
    Giovanni Roccotelli, ala destra, una figurina del calcio degli anni Settanta. I più lo ricordano per i due anni di Ascoli. L’Ascoli dei record della serie B 1977-’78, allenatore Renna e presidente Rozzi (“Un padre – padrone: avevo un contratto di 40 milioni netti all’anno, ci incontrammo per rinnovarlo, mi aspettavo un aumento e mi[...]

    Leggi

  •  

    Ricordando il Mago del Sud e un calcio che non c’è più

    Aprile 22, 2019
    La storia del calcio intreccia inestricabilmente luoghi, squadre e personaggi. Quando si parla di Helenio Herrera, per esempio, il pensiero corre subito alla Grande Inter euromondiale degli anni ’60; il “Mago” ha caratterizzato un’epoca.  Ma c’era anche, negli stessi anni, un altro Mago, il “Mago di Turi” al secolo Oronzo Pugliese. Pugliese fu l’artefice del[...]

    Leggi

  •  

    Il Messina del Professore e di Totò Schillaci

    Aprile 20, 2019
    Se la memoria corre al “Celeste” c’è un ricordo che, più di altri, balza agli occhi: quei palazzi intorno, con vista stadio, e le balconate gonfie di gente a godersi lo spettacolo comodamente da casa, dopo pranzo, a sorseggiare il caffè, come si fa oggi guardando la partita in tivù (e senza abbonamento, altri tempi…).[...]

    Leggi

  •  

    Il calcio romantico negli anni di piombo

    Aprile 20, 2019
    Un bel libro. È il nuovo libro di Matteo Fontana per la collana ‘Spalti gremiti’: “‘Cavalli Selvaggi. Campioni romantici e ribelli nell’Italia di piombo“‘, di Eclettica Edizioni con prefazione di Nicola Rao. “Il piombo, le fiamme, il sangue. Le bombe. L’odio politico, gli scontri ideologici e le perverse strategie mosse da oscuri burattinai — spiega Fontana descrivendo[...]

    Leggi

  •  

    Una storia romanticissima: l’ultima partita di calcio giocata da Pasolini

    Aprile 15, 2019
    La particolarità della storia è che Pasolini gioca la sua ultima partita in una città che sta radicalmente cambiando il suo aspetto, da paese di pescatori a città di turismo di massa, rappresentando così l’archetipo di “città pasoliniana” svuotata della sua anima e volta solo al consumismo. In quel giorno si intrecciano poi varie storie,[...]

    Leggi

  •  

    Come un Cristo deforme nel fango di Acerra

    Aprile 12, 2019
    Di Maradona è stato detto tutto. Scriverne significa esporsi al pericolo di ripetere ciò che già si sa. Un compito ingrato, quindi. E che tuttavia, per forza di cose, ti consente – o ti costringe – di offrire la narrazione, profondamente personale, di un’emozione indecifrabile. Ché, in fin dei conti, Diego, per Napoli e buona[...]

    Leggi

In collaborazione con

© 2018 Il nobile Calcio di Provincia. Tutti i diritti riservati

1 2 7