Notizie

  •  

    Johan Cruijff e quello strano no ai Mondiali del 1978

    Giugno 14, 2020
    Se chiedete ad un esperto di calcio che abbia 70 anni o più quali siano stati i calciatori più forti per ogni decennio lui vi risponderà di sicuro: Di Stefano negli anni ’50, Pelé negli anni ’60, Maradona negli anni ’80. E negli anni ’70? Quell’uomo vi risponderà con un largo sorriso sulle labbra: “Negli[...]

    Leggi

  •  

    Ma sarà proprio questo il pallone della finalissima?

    Gennaio 9, 2020
    Le colline del Monferrato profumano di autunno, la stagione che meglio di ogni altra sa esaltare l’essenza di questo laborioso angolo del Piemonte agricolo, dominato dai profili dolci delle colline. Partì dalla provincia, da Asti, alla conquista del calcio mondiale e scelse il Monferrato astigiano, esattamente Calliano, per il suo buen retiro. Sergio Gonella non[...]

    Leggi

  •  

    Il Palmeiras e le radici italiane. Il calcio come memoria, saudade e avventura

    Febbraio 20, 2020
    Il Palmeiras mi è profondamente caro. Fondata da immigrati italiani a San Paolo con il nome di Palestra Italia, omaggio alla Patria amata, ma anche al Paese del Futuro, divenne Palmeiras nel 1942, quando il Brasile entrò nel secondo conflitto mondiale. I nomi italiani vennero cancellati e così anche la adorata, vecchia Palestra. Ma il[...]

    Leggi

  •  

    Origini sarde, nato in Ciocaria e cresciuto in Argentina. Stregò il Principe Ranieri

    Gennaio 3, 2020
    Gli oriundi hanno fatto costantemente parte della Nazionale italiana. Anche ai recenti Europei, giocatori come Eder e Thiago Motta hanno fatto la loro parte; senza dimenticare l’apporto dei vari Enrique Guaita, Luis Monti e Raimundo Orsi nella conquista dei nostri primi titoli mondiali. Ma c’è stato un periodo dove gli stranieri erano raus! e non potevano nemmeno[...]

    Leggi

  •  

    Il fútbol venezuelano nato dalle province italiane

    Gennaio 22, 2020
    Una crisi, quella nel Paese sudamericano, che riguarda anche l’Italia, in particolare i connazionali che risiedono lì e che rappresentano una buona fetta della popolazione stimabile in 500 mila unità. Una comunità cresciuta dopo la seconda guerra mondiale e che ha usato il calcio come elemento di unione per rinsaldare un popolo emigrato dall’altra parte dell’Oceano Atlantico. Il calcio venezuelano deve moltissimo[...]

    Leggi

  •  

    Peñarol, radici italiane nella Montevideo proletaria

    Dicembre 9, 2019
    Il Superclasico del campionato uruguagio mette uno di fronte all’altro i due club più importanti della capitale Montevideo: il Nacional e il Peñarol, due squadre estremamente diverse l’una dall’altra, in tutto: nella storia, nel prestigio, nell’estrazione sociale dei due club, da sempre i più competitivi nel contendersi lo scudetto. Ma in uno di questi due club, che racchiudono buona parte della storia del calcio in[...]

    Leggi

In collaborazione con

© 2020 Il Nobile Calcio. Tutti i diritti riservati

1 2