Notizie

  •  

    Pasquale Bruno promise a Raducioiu di rompergli una gamba. Lo fece per davvero

    Settembre 4, 2019
    Torino-Brescia, 7 Febbraio 1993. Sul finire del primo tempo, il difensore del Toro Pasquale Bruno entra duro, durissimo su Florin Raducioiu, guizzante punta delle Rondinelle. Il centravanti romeno viene portato fuori dagli spogliatoi a braccia, con un taglio profondo sino all’osso, dalla tibia al tallone. Una ferita poi suturata con 9 punti. «Bruno ha mantenuto[...]

    Leggi

  •  

    Se fosse nato a Trastevere si sarebbe chiamato Riccetto

    Luglio 16, 2019
    “Le donne solo le tagliatelle sono buone a fare.” Kubilay Turkyilmaz detto Turchino, stava appoggiato al bancone di un bar del centro di Bologna. ciondolante, aria da vitellone, “sochmel” a mitraglia ogni due virgole. “Le donne solo le tagliatelle sono buone a fare” ripetè Kubilay alla claque del bar: mascella quadrata che incorniciava viso alla[...]

    Leggi

  •  

    Il gol più bello Baggio lo mise a segno con il Brescia. Contro la sua ex Juve

    Luglio 5, 2019
    Roberto Baggio è stato uno dei talenti più puri del nostro calcio, forse il più puro. Uno che se fosse una carta da gioco verrebbe inserito nel mazzo degli immortali, insieme a Rivera, Mazzola, Del Piero, Totti. Estendendo il discorso anche ai campioni stranieri di ogni tempo, il campione di Caldogno, nella prima parte della[...]

    Leggi

  •  

    Gigi Simoni, il Mister gentiluomo che quella volta però fece invasione di campo

    Giugno 25, 2019
    Nato a Crevalcore il 22 gennaio 1939, Luigi Simoni, noto semplicemente come Gigi, è stato un calciatore e allenatore italiano, oltre che apprezzato dirigente sportivo. Il suo nome è legato in particolar modo a due squadre: il Genoa e l’Inter. Gigi Simoni calciatore. La carriera Simoni muove i primi passi nel Mantova, con cui riesce[...]

    Leggi

  •  

    Il “Van Basten rumeno” che divenne l’idolo della Gialappa’s Band

    Giugno 13, 2019
    Era il più bravo di tutti ad arrivare davanti alla porta. Ci metteva la classe, l’eleganza, la rapidità, la scaltrezza. E arrivava all’appuntamento con il destino. Però poi si inceppava. Balbettava. Crollava, esausto di fronte a tanta responsabilità. Incespicava sui pensieri: tiro a destra o a sinistra? Si attorcigliava nei dubbi: di piatto o di[...]

    Leggi

  •  

    Il vero ribelle del calcio italiano: 40 sigarette, whisky, pistole. E il paragone con Best

    Maggio 30, 2019
    Gianfranco Zigoni, splendido anarchico del calcio. Il George Best italiano. Ha giocato nella Juventus, nel Genoa, nella Roma, nel Verona, nel Brescia e poi ha chiuso nel Piavon.Con la Juve ha vinto uno scudetto, giocando poco però.  In compenso il giorno della “Fatal Verona” lui c’era: nel 5-3 del Verona al Milan che ai rossoneri costò lo scudetto del 1973, Zigo[...]

    Leggi

In collaborazione con

© 2018 Il nobile Calcio di Provincia. Tutti i diritti riservati

1 2