Notizie

  •  

    Il Bomber di Provincia: “Gabbiano” Gionatha Spinesi

    7 Agosto, 2019
    È la parte romantica e poetica del calcio. Dietro ai grandi attaccanti delle big ci sono loro, una marea di cannonieri che segnano Gol a grappoli  sempre e solo nelle piazze minori del calcio italiano. Grandi con i piccoli, piccoli con i grandi. Classe ’78, lento e macchinoso ma cinico come pochi, dotato di un[...]

    Leggi

  •  

    Libera, il talento della Milano by night

    17 Luglio, 2019
    Il ragazzo che portava la maglia numero 11 e sembrava il nuovo Riva. Tutti e due erano del lago Maggiore: Gigi Riva di Leggiuno, Giacomo Libera di Ispra. Vicini di casa e piedi sinistri apparentemente simili. Libera, nel Varese dei primi anni Settanta, faceva coppia con Egidio Calloni non ancora Sciagurato. Il Milan ingaggiò Calloni[...]

    Leggi

  •  

    Un vichingo in Serie A: Kennet Andersson

    1 Agosto, 2019
    Siamo onesti: la statura e il biondo dei suoi capelli si identificavano perfettamente con la natura vichinga ma il viso da bravo ragazzo poi cozzava inesorabilmente con il resto. Kennet Andersson sbarcò in Italia nel ‘95 senza drakkar ma con il biglietto da visita di chi, un anno prima, aveva dominato nei mondiali statunitensi con[...]

    Leggi

  •  

    Sardei, Anzolin e quei due gol di troppo

    8 Luglio, 2019
    Se andiamo a sfogliare i vecchi album di figurine Panini nelle diverse annate, possiamo scoprire che le storie dei giocatori del secolo scorso spesso si sono incrociate nei vari stadi. A volte lo possiamo capire ammirando le foto ufficiali delle formazioni, oppure esaminando le istantanee delle azioni di gioco scattate da fotoreporter accreditati sul campo[...]

    Leggi

  •  

    Edi Bivi, il goleador di provincia ad un soffio dal vincere il Mundial

    23 Luglio, 2019
    Ha esordito in Serie A con il Catanzaro poco più che ventenne, sostituendo nel cuore del tifosi calabresi Massimo Palanca che, invece, si trasferì al Napoli. Edi Bivi, classe 1960, si trova così catapultato dall’allora Serie C2 dove aveva giocato con la Mestrina, al massimo campionato italiano dove, in quell’annata (1981-’82) conseguì il titolo di[...]

    Leggi

  •  

    Se Ciccio Baiano e Beppe Signori erano i terminali offensivi, lui era la garanzia tra i pali

    5 Luglio, 2019
    Giocava coi piedi, dicono. Mica perché fosse scarso. Ma perché interpretò il ruolo del portiere così come lo voleva Zeman, praticamente un libero con i guanti. Franco Mancini è (ancora oggi) un’icona di una delle più belle epopee del calcio di provincia italiano, che partì da Foggia per giungere, di miracolo in miracolo, alle porte dell’Olimpo della[...]

    Leggi

In collaborazione con

© 2020 Il Nobile Calcio. Tutti i diritti riservati