Notizie

  •  

    Libera, il talento della Milano by night

    Luglio 17, 2019
    Il ragazzo che portava la maglia numero 11 e sembrava il nuovo Riva. Tutti e due erano del lago Maggiore: Gigi Riva di Leggiuno, Giacomo Libera di Ispra. Vicini di casa e piedi sinistri apparentemente simili. Libera, nel Varese dei primi anni Settanta, faceva coppia con Egidio Calloni non ancora Sciagurato. Il Milan ingaggiò Calloni[...]

    Leggi

  •  

    Sardei, Anzolin e quei due gol di troppo

    Luglio 8, 2019
    Se andiamo a sfogliare i vecchi album di figurine Panini nelle diverse annate, possiamo scoprire che le storie dei giocatori del secolo scorso spesso si sono incrociate nei vari stadi. A volte lo possiamo capire ammirando le foto ufficiali delle formazioni, oppure esaminando le istantanee delle azioni di gioco scattate da fotoreporter accreditati sul campo[...]

    Leggi

  •  

    Se Ciccio Baiano e Beppe Signori erano i terminali offensivi, lui era la garanzia tra i pali

    Luglio 5, 2019
    Giocava coi piedi, dicono. Mica perché fosse scarso. Ma perché interpretò il ruolo del portiere così come lo voleva Zeman, praticamente un libero con i guanti. Franco Mancini è (ancora oggi) un’icona di una delle più belle epopee del calcio di provincia italiano, che partì da Foggia per giungere, di miracolo in miracolo, alle porte dell’Olimpo della[...]

    Leggi

  •  

    Un fenomeno subito sfiorito. Ma quella volta contro l’Inter rimarrà per sempre

    Giugno 25, 2019
    Sliding doors: il 18 Dicembre 1999, i giovani Antonio Cassano da Bari Vecchia e Hugo (Ugochukwu Michael) Enyinnaya from Nigeria segnavano all’Inter nel giorno del loro esordio dal 1′ in Serie A. Le loro carriere sono andate però in modo diametralmente opposto. Mentre l’altro faceva il galactico in conferenza stampa a Madrid, giubbettino collo di[...]

    Leggi

  •  

    Lauro Toneatto era uno che ti forniva l’idea di essere una sorta di sergente maggiore dei marines

    Giugno 20, 2019
    Un bulldozer di nome Lauro. Ecco cos’era Lauro Toneatto, una carriera modesta da calciatore negli anni Cinquanta-Sessanta, molto più luminosa da allenatore, morto nel 2010 nella sua casa di Siena all’età di 77 anni. Lauro Toneatto era uno che non si fermava davanti a niente e che ti forniva l’idea di essere una sorta di[...]

    Leggi

  •  

    Il “Van Basten rumeno” che divenne l’idolo della Gialappa’s Band

    Giugno 13, 2019
    Era il più bravo di tutti ad arrivare davanti alla porta. Ci metteva la classe, l’eleganza, la rapidità, la scaltrezza. E arrivava all’appuntamento con il destino. Però poi si inceppava. Balbettava. Crollava, esausto di fronte a tanta responsabilità. Incespicava sui pensieri: tiro a destra o a sinistra? Si attorcigliava nei dubbi: di piatto o di[...]

    Leggi

In collaborazione con

© 2018 Il nobile Calcio di Provincia. Tutti i diritti riservati