Notizie

  •  

    Due inglesi alla corte del Bari di Matarrese

    Maggio 25, 2019
    Antonio Cassano aveva tre anni e sgambettava già nei vicoli di Bari Vecchia. Era l’estate del 1985 e il Bari di Vincenzo Matarrese, fratello di Antonio, annunciò l’acquisto di due inglesi, Gordon Cowans e Paul Rideout. E chi cavolo erano?, si potrebbe obiettare col senno di oggi.  Cowans, detto El Cid per la sua propensione[...]

    Leggi

  •  

    “Nel mio blog uso la fantasia che non ho sul campo. Ma do sempre tutto per i compagni”

    Maggio 17, 2019
    Tanto introverso da rischiare di sembrare brusco, ma solo quando scrive. Parole poche davvero. In campo il cuore, alla sera il blog per aprirsi al mondo. Alessandro Gazzi è un caleidoscopio inesplorato di sfaccettature, un pigmeo che ce l’ha fatta in mezzo ai Watussi, un corpo estraneo (e una mente, soprattutto) nel mondo del calcio. Il[...]

    Leggi

  •  

    Marcello Grassi, un grande portiere negli anni Settanta e Ottanta

    Aprile 29, 2019
    Il gol e il portiere: il fine e il mezzo posto per non raggiungerlo. Il calcio vive il suo momento clou nel momento in cui l’estremo difensore, l’ultimo baluardo capitola. Dura la vita di quelli che si ritrovano a difendere i pali di una porta: i portieri, per il ruolo che occupano in campo vengono[...]

    Leggi

  •  

    Quando il Bari di “Maciste” eliminò la Juve

    Aprile 25, 2019
    L’approdo dell’Alessandria alle semifinali di Tim Cup di fatto ha aggiornato l’impresa compiuta dal Bari nella Coppa Italia 1983-’84. La squadra pugliese era quella che “Maciste” Bruno Bolchi in due stagioni avrebbe riportato in serie A, quindici anni dopo la sua ultima apparizione. Allora esisteva un primo turno estivo costituito da un girone all’italiana con[...]

    Leggi

  •  

    Bari – Alcamo, 16 gennaio 1977

    Aprile 19, 2019
    Leggendo un bellissimo libro di Michele Dalai ho trovato questa splendida definizione: “Sono disposto ad ammettere che il calcio sia la cosa più seria tra le cose poco serie e la meno seria tra quelle serie, un limbo in cui si colloca appena sopra la teologia e l’astrologia e molto sotto la medicina e il bricolage.[...]

    Leggi

  •  

    Árpád Weisz, “ebreo errante” del calcio morto ad Auschiwitz

    Gennaio 28, 2019
    Árpád Weisz. Giocatore ungherese di origine ebraica, ala sinistra di pregio (fu anche nazionale) dopo aver militato nel Törekves, approdò al Makkabi di Brno, squadra cecoslovacca formata da calciatori ebrei-ungheresi, e con questa nel 1923 venne in tournée in Italia dove incontrò anche l’Alessandria. Probabilmente i dirigenti grigi apprezzarono questo atleta proponendogli di rimanere. Infatti[...]

    Leggi

In collaborazione con

© 2018 Il nobile Calcio di Provincia. Tutti i diritti riservati