Notizie

  •  

    “Cobra” Tovalieri, il centravanti di strada che inventò il trenino

    Gennaio 18, 2020
    Il suo libro si intitola “Cobra, vita di un centravanti” e racconta della sua vita calcistica, con i suoi centoquarantatré gol in giro per mezza Italia, e della sua vita privata, con il grande dolore della moglie prematuramente scomparsa. L’autobiografia di Sandro Tovalieri è un mix di calcio e amore, di valori e sentimenti, scritta[...]

    Leggi

  •  

    Sostiene Fascetti: il casino organizzato

    Settembre 13, 2019
    Rampulla, Vincenzi, Salvadè, Strappa, Limido, Cerantola, Di Giovanni, Mauti, Mastalli, Bongiorni, Turchetta . Questa è la formazione del Varese quel giorno all’Olimpico. Si gioca la promozione in serie A contro la Lazio. Quel Varese ha condotto in testa il campionato di serie B 1981-’82 per ventisei giornate quasi sempre da solo. Con una squadra che[...]

    Leggi

  •  

    Masinga, un mito di scorta

    Gennaio 1, 2020
    Vivi per essere la meraviglia e l’ammirazione del tuo tempo. (W. Shakespeare) Indimenticabile sarà Phil Masinga perché con uno con un nome così non te lo scordi facilmente. Personalmente, non si scorda chi, dopo essere sceso in campo contro l’Inghilterra, punta di diamante dei Bafana Bafana, prende un aereo apposta per venire a giocare, e[...]

    Leggi

  •  

    Il Bomber di Provincia: “Gabbiano” Gionatha Spinesi

    Agosto 7, 2019
    È la parte romantica e poetica del calcio. Dietro ai grandi attaccanti delle big ci sono loro, una marea di cannonieri che segnano Gol a grappoli  sempre e solo nelle piazze minori del calcio italiano. Grandi con i piccoli, piccoli con i grandi. Classe ’78, lento e macchinoso ma cinico come pochi, dotato di un[...]

    Leggi

  •  

    A Bari la sua maglia è stata ritirata: Capitano per sempre

    Ottobre 30, 2019
    O capitano! Mio capitano! (Walt Whitman) Sputare sangue per la maglia non è retorica. Se sei di Bari Vecchia e sul cuore c’è il galletto non puoi sbagliare nulla. Non ti puoi distrarre un secondo, che poi è un attimo e Van Basten ti frega. Grinta e tenacia sono le armi del difensore, perdipiù se[...]

    Leggi

  •  

    Un vichingo in Serie A: Kennet Andersson

    Agosto 1, 2019
    Siamo onesti: la statura e il biondo dei suoi capelli si identificavano perfettamente con la natura vichinga ma il viso da bravo ragazzo poi cozzava inesorabilmente con il resto. Kennet Andersson sbarcò in Italia nel ‘95 senza drakkar ma con il biglietto da visita di chi, un anno prima, aveva dominato nei mondiali statunitensi con[...]

    Leggi

In collaborazione con

© 2020 Il Nobile Calcio. Tutti i diritti riservati

1 2 4