Notizie

  •  

    Indesiderato e criticato, poi eroe nazionale

    7 Maggio, 2020
    L’11 luglio 1982 Paolo Rossi alzò le braccia in aria e sorrise di gioia. Aveva appena segnato un altro gioiello nella sua straordinaria prestazione nella Coppa del Mondo. L’arrivo dell’Italia in Spagna per i Mondiali del 1982 è stato seguito da aspre polemiche. La stampa italiana ha fortemente criticato l’allenatore della squadra, Enzo Bearzot, per[...]

    Leggi

  •  

    Come Cubillas divenne il n.1

    19 Marzo, 2020
    Pochi calciatori sono ricordati per sprazzi di genio. Proprio come Teófilo Cubillas, con il suo calcio di punizione impudente, fuori dagli schemi, contro la Scozia ai Mondiali del 1978. Fu la testimonianza della sua innovazione che sfidava la convenzionalità, e della pura audacia. Quella punizione di Cubillas fu incredibilmente sfacciata su un pubblico dove in[...]

    Leggi

  •  

    Un eroe dalle qualità contrastanti

    27 Marzo, 2020
    Kenny Dalglish è un uomo dalle qualità contrastanti. È un ingannevole cinque piedi e otto pollici, ma immenso di statura. È spesso giudicato per un atteggiamento apparentemente pungente, eppure ha sempre avuto un sorriso contagioso e un battito di ciglia mai lontano. Il re calciatore Kenny non aveva abilità distintive, tuttavia eccelleva in ogni situazione.[...]

    Leggi

  •  

    La sensibilità che Dio diede all’uomo nelle mani, lui ce l’aveva nei piedi

    22 Novembre, 2019
    Non mi piace considerare il balonpié come un lavoro. Se lo facessi mancherei di rispetto a me stesso. Soprattutto mancherei di rispetto a chi lavora per davvero, a chi si alza prima del sorgere del sole, a chi si spezza la schiena. Io gioco solo per divertirmi. Che cazzo, altrimenti dove sarebbe il divertimento? Mica ci[...]

    Leggi

  •  

    L’uomo delle grandi occasioni

    20 Marzo, 2020
    I Mondiali del 1982 hanno avuto più squadre, giocatori e partite di tutti gli altri precedenti. L’Italia campione, la brillante Francia di Platini, Giresse e Tigana e, naturalmente, la magica squadra brasiliana, forse la migliore di tutti anche se alla fine non ha vino la Coppa del mondo. C’era anche un argentino dai capelli folti,[...]

    Leggi

  •  

    Spagna ’82 segna definitivamente l’ingresso del calcio africano sulla scena mondiale

    20 Novembre, 2019
    Tradizionalmente il calcio in Africa segue un canovaccio dettato della contrapposizione tra le squadre del nord, del Maghreb, e le formazioni provenienti dalla zona equatoriale o subtropicale del continente. Le prime sono interpreti di un calcio di solito più tattico, mentre le seconde esprimono un gioco atletico e offensivo – così, a grandi linee. Nel[...]

    Leggi

In collaborazione con

© 2020 Il Nobile Calcio. Tutti i diritti riservati

1 2