Notizie

  •  

    Sulle ali della Robur: Sergio Pellizzaro

    Agosto 28, 2020
    Quando si legge in internet la biografia qualche calciatore, non sempre l’inizio della carriera corrisponde alla realtà integrale. L’esempio è quello dell’ala tornante Sergio Pellizzaro, scoperto fin da ragazzino da un talent scout della Robur di Thiene, mentre era ancora ospite dell’Istituto Nordera a due passi dal quartiere della Conca all’inizio degli anni ‘60. A[...]

    Leggi

  •  

    Un calcio totale che l’Arrigo fece nascere nella sua Romagna

    Febbraio 19, 2020
    Lo scudetto all’esordio in serie A con il grande Milan, la partita perfetta contro il Real Madrid, trafitto cinque volte, Barcellona invasa da ottantamila milanisti per il più grande esodo calcistico della storia, la finale vinta con lo Steaua, per la sua prima Coppa dei Campioni, l’epopea del mondiale americano del ʼ94, con la finale[...]

    Leggi

  •  

    La leggenda di Re Igor

    Marzo 17, 2020
    Igor Protti non può. Non può un uomo piccolo e gracile giocare così bene a pallone, non può essere così ascoltato e venerato tredici anni dopo la sua ultima partita, non può un giocatore di calcio essere così vicino alla gente comune. Non può mettere d’accordo tutti a Livorno, città in cui la passione ha[...]

    Leggi

  •  

    Per Zoff, Massimo Piloni non esisteva

    Febbraio 9, 2020
    Un tempo la vita dei portieri di riserva era pressoché segnata, Specialmente se il titolare si chiamava Dino Zoff. Massimo Piloni, negli anni in cui militò nella Juventus, era la disperazione – e nel contempo la fortuna – dei bambini che collezionavano le figurine. La sua era pressoché introvabile, e se per puro caso avevi la[...]

    Leggi

  •  

    Se Helenio Herrera allena il Rimini

    Febbraio 19, 2020
    Arriva a bordo di una Mini targata Roma. E’ mezzogiorno di sabato 13 novembre 1976. I tifosi lo aspettano, ma lui li pianta e se ne va a Sant’Arcangelo, albergo “Verde Mare”: qui c’è il Rimini in ritiro, momentaneamente in stato confusionale e ultimo in classifica. Perchè per lui è già il momento di marcare[...]

    Leggi

  •  

    Il baffone nato a Barake, lo storico e proletario quartiere di Pola

    Gennaio 20, 2020
    Petrovic, lo zingaro. Petrovic “che viveva in una rou­lotte”. Petrovic, il portiere “che non teme niente e nessuno”, che si rompe la testa dopo essersi gettato tra i piedi dell’attaccante avversario per rubargli il pallone, ma tanto gioca lo stesso. Zelico Petrovic, il portiere nato a Zara il 14 aprile 1948, fu un personaggio discusso: amato da tantissimi[...]

    Leggi

In collaborazione con

© 2020 Il Nobile Calcio. Tutti i diritti riservati

1 2