Paramatti, c’è un prima e un dopo

Paramatti, c’è un prima e un dopo

“Gioca bene gioca male, Paramatti in Nazionale”. Il coro la dice tutta su quanto Bologna abbia significato nella carriera di Michele Paramatti terzino operaio che a cavallo degli anni 2000 si è costruito una bella carriera ad alti, altissimi livelli, visti i due anni...
Arrotondava il suo stipendio di calciatore con quello di camionista

Arrotondava il suo stipendio di calciatore con quello di camionista

Roberto Luis La Paz Tra leggenda e mistero, un calciatore uruguaiano del Peñarol arrivò in un piroscafo al porto di Napoli nel 1947. Si chiamava Roberto Luis La Paz, classe 1919, era diretto a Frattamaggiore per giocare in serie C con la locale squadra della Frattese....
In Camerun c’è solo un eroe del pallone che mette tutti d’accordo

In Camerun c’è solo un eroe del pallone che mette tutti d’accordo

«Jean Pierre, vous étes un grand homme, ce genre de création que Dieu ne fait plus ou du moins en fait ailleurs qu’au Cameroun». Mi ero appuntato sul taccuino questa vibrante dichiarazione d’amore, trascrivendola dal muro dì un bar di Ngousso, quartiere periferico a...
“Visto quanto è costato dev’essere l’attaccante più forte del mondo”

“Visto quanto è costato dev’essere l’attaccante più forte del mondo”

A due passi dallo stadio del Leyton Orient gli hanno dedicato una statua. Se la meritava, Laurie Cunningham, “il più grande giocatore britannico dai tempi di George Best”, come disse Ron Atkinson, il primo calciatore di colore ad avere indossato la maglia della...
Un gangster dell’area di rigore che non va d’accordo con nessuno

Un gangster dell’area di rigore che non va d’accordo con nessuno

Là dove l’Europa è ancora viva e vegeta, lì è cominciata la sua storia. In quel porto dove i berberi incontrano gli shardana, nelle bettole fumose in cui i galli stringono le mani ai corsi mentre i greci fumano oppio afghano, là dove i baschi se le suonano di santa...