Notizie

  •  

    Piola, 47 anni prima di Diego

    Novembre 27, 2020
    C’è un gesto che accomuna Diego Armando Maradona e Silvio Piola. Lo ha raccontato Raffaella Lanza su La Stampa, edizioni di Novara. Un gol di mano realizzato, in epoche diverse, da entrambi contro l’Inghilterra. Maradona segnò con la mano de Dios ai Mondiali in Messico nel 1986, ai quarti di finale, a inizio ripresa quando[...]

    Leggi

  •  

    Playboy col vizio delle sigarette

    Novembre 12, 2020
    Un cross al bacio per il colpo di testa vincente di Pruzzo dopo 6’. Si giocava al San Paolo contro il Lussemburgo, questa l’unica traccia con la maglia della nazionale di Domenico Marocchino, estrosa ala destra che sembrava poter spaccare il mondo ma che in carriera ha forse ottenuto meno di quanto il suo talento promettesse. Cresciuto[...]

    Leggi

  •  

    Roberto Bettega… Bobby Gol

    Novembre 27, 2020
    Un regalo di natale, per Raimondo e Orsola. Il piccolo Roberto, secondogenito di casa Bettega, si presenta al mondo il 27 dicembre 1950 in una casa della periferia torinese. Appena fuori dal centro, dove nasce Robertino, si respira un’altra vita. c’è l’anima proletaria, c’è il mestiere che sporca le mani e purifica i sentimenti. Papà[...]

    Leggi

  •  

    Era il re dei derby romani

    Novembre 10, 2020
    In Italia Dino Da Costa è e resterà sempre nella memoria dei tifosi (soprattutto capitolini) come l’uomo del derby. Il brasiliano infatti tuttora detiene il primato di gol nella stracittadina romana, una sorta di conto sempre aperto con la porta della Lazio, violata in carriera ben 13 volte, 9 in campionato e 4 in Coppa[...]

    Leggi

  •  

    Il sette è il suo numero

    Novembre 20, 2020
    Lo hanno sempre chiamato  “il Barone”: a chi deve il soprannome? A un giornalista di Torino, Fulvio Cinti, perché diceva che aveva stile in campo e fuori. A lui, però, piaceva anche il soprannome “Brazil”, inventato da un altro giornalista, Vladimiro Caminiti. Stiamo parlando di Franco Causio. Che vinse il Mundial dell’82 e anche la[...]

    Leggi

  •  

    La dolce vita di Lojacono

    Novembre 4, 2020
    I suoi genitori erano emigrati in Sudamerica. Francisco Ramon Lojacono alla fine del 1956 aveva fatto il percorso al contrario. La Fiorentina, in accordo con il Lanerossi Vicenza, l’aveva pescato a soli ventuno anni, in quel bacino di campioni che era l’Argentina. Era costato 40 milioni, non pochi per quei tempi, ma con la “pelota“[...]

    Leggi

In collaborazione con

© 2020 Il Nobile Calcio. Tutti i diritti riservati

1 2 9