Notizie

  •  

    L’uomo che a Salerno ha fatto tutto

    Novembre 27, 2019
    La malinconia non è altro che un ricordo inconsapevole.  (Gustave Flaubert) Ringhio Gattuso, ancora oggi, lo saluta come “capitano”. A Salerno, lui ha fatto tutto. Ci è arrivato da giovane promessa, s’è pigliato le chiavi del centrocampo portando la Salernitana dalla serie C fin lassù, in serie A. Poi ci ha chiuso la carriera da[...]

    Leggi

  •  

    Sostiene Fascetti: il casino organizzato

    Settembre 13, 2019
    Rampulla, Vincenzi, Salvadè, Strappa, Limido, Cerantola, Di Giovanni, Mauti, Mastalli, Bongiorni, Turchetta . Questa è la formazione del Varese quel giorno all’Olimpico. Si gioca la promozione in serie A contro la Lazio. Quel Varese ha condotto in testa il campionato di serie B 1981-’82 per ventisei giornate quasi sempre da solo. Con una squadra che[...]

    Leggi

  •  

    Il Bomber di Provincia: “Riccardone” da Terni

    Settembre 4, 2019
    È la parte romantica e poetica del calcio. Dietro ai grandi attaccanti delle big ci sono loro, una marea di cannonieri che segnano Gol a grappoli  sempre e solo nelle piazze minori del calcio italiano. Grandi con i piccoli, piccoli con i grandi. “Non sono un calciatore”. È il manifesto di Riccardo “Riccardone” Zampagna da[...]

    Leggi

  •  

    Alfiero Caposciutti, il portiere che si fece centravanti

    Luglio 22, 2019
    Quando Alfiero Caposciutti viene convocato nella Nazionale juniores è il portiere di belle speranze. E’ un classe ’41 . Con lui Facchetti dell’Inter, Bercellino della Juventus, Rosato del Torino. L’11 febbraio 1960 giocano una partitella in un San Siro innevato. Alfiero Caposciutti viene schierato nella squadra allenatrice. Gli va male: quello dell’Alessandria, un certo Gianni[...]

    Leggi

  •  

    “Dalle stelle al nulla, un declino veloce. Fossi andato al Foggia, sarebbe stata la svolta”

    Luglio 19, 2019
    L’immagine dei senzatetto che dormono sui treni fermi alla stazione colpisce di più, probabilmente, sapendo che uno di quei clochard ha giocato in Serie B negli anni ’80, con contratti da 500 milioni di lire e durante la carriera ha cambiato 38 auto. Quel clochard è Maurizio Schillaci, cugino di Totò, l’uomo delle Notti Magiche di[...]

    Leggi

  •  

    Segnare gol a grappoli tra la Serie cadetta e la dura Serie C del tempo

    Giugno 14, 2019
    Giovanni Picat Re, classe 1947, è in testa alla classifica dei “cecchini” del Matera con cinquantadue reti messe a segno in centottantadue presenze, dato quest’ultimo che vale anche il nono posto nella classifica di presenze con la maglia del club. Uno dei più importanti recordman della storia biancazzurra quindi, ma limitarsi a parlare di cifre,[...]

    Leggi

In collaborazione con

© 2018 Il nobile Calcio di Provincia. Tutti i diritti riservati

1 2