Notizie

  •  

    Prima di Milito, era lui il Principito

    31 Ottobre, 2019
    Tutto ciò che vediamo o sembriamo non è altro che un sogno in un sogno. (Edgar Allan Poe) Lui era alto, biondo, osannatissimo e veniva dalla terra dei Tulipani. L’altro, invece, era corto, sgraziato all’apparenza ma con un sinistro che non era un piede, ma una bacchetta magica. Tra l’Adone olandese e il ranocchio uruguagio,[...]

    Leggi

  •  

    Mario detto il Frusta, un regista per domeniche d’essai

    6 Agosto, 2019
    Il sogno di tanti bambini di sei anni è quello: affacciarsi alla finestra di casa e vedere un campo di calcio. Per lui è realtà. La sua stanzetta dà sul campo in terra battuta di Orvieto, dove giocano i dilettanti del campionato umbro, ma anche la Nazionale Militare. Perché si trova anche a due passi[...]

    Leggi

  •  

    Quando Arrigo Dolso andava a ballare al Piper

    17 Settembre, 2019
    “Avevo un debole per il tunnel. Lo feci anche a Ruud Krol, per vincere una scommessa. Avevo 35 anni e giocavo a Grosseto . Se dovessi scendere in campo oggi, tutti dovrebbero tapparsi le orecchie. Altrimenti il pallone lo farei passare anche da lì “. E’ figlio di un operaio friulano. La guerra è appena[...]

    Leggi

  •  

    Un vichingo in Serie A: Kennet Andersson

    1 Agosto, 2019
    Siamo onesti: la statura e il biondo dei suoi capelli si identificavano perfettamente con la natura vichinga ma il viso da bravo ragazzo poi cozzava inesorabilmente con il resto. Kennet Andersson sbarcò in Italia nel ‘95 senza drakkar ma con il biglietto da visita di chi, un anno prima, aveva dominato nei mondiali statunitensi con[...]

    Leggi

  •  

    Sostiene Fascetti: il casino organizzato

    13 Settembre, 2019
    Rampulla, Vincenzi, Salvadè, Strappa, Limido, Cerantola, Di Giovanni, Mauti, Mastalli, Bongiorni, Turchetta . Questa è la formazione del Varese quel giorno all’Olimpico. Si gioca la promozione in serie A contro la Lazio. Quel Varese ha condotto in testa il campionato di serie B 1981-’82 per ventisei giornate quasi sempre da solo. Con una squadra che[...]

    Leggi

  •  

    “Dalle stelle al nulla, un declino veloce. Fossi andato al Foggia, sarebbe stata la svolta”

    19 Luglio, 2019
    L’immagine dei senzatetto che dormono sui treni fermi alla stazione colpisce di più, probabilmente, sapendo che uno di quei clochard ha giocato in Serie B negli anni ’80, con contratti da 500 milioni di lire e durante la carriera ha cambiato 38 auto. Quel clochard è Maurizio Schillaci, cugino di Totò, l’uomo delle Notti Magiche di[...]

    Leggi

In collaborazione con

© 2020 Il Nobile Calcio. Tutti i diritti riservati