Notizie

  •  

    Mozzini diede all’Inter lo scudetto “fatto in casa”

    Novembre 14, 2019
    La stagione calcistica 1979-’80 del resto fu l’ultima prima della riapertura delle frontiere per i calciatori stranieri, ma per la serie A è la stagione del ‘terremoto’. Il 23 marzo del 1980 le forze dell’ordine hanno fatto irruzione negli stadi arrestando numerosi giocatori, lo sport più amato dagli italiani è finito per la prima volta nelle aule giudiziarie. È[...]

    Leggi

  •  

    Prima di Milito, era lui il Principito

    Ottobre 31, 2019
    Tutto ciò che vediamo o sembriamo non è altro che un sogno in un sogno. (Edgar Allan Poe) Lui era alto, biondo, osannatissimo e veniva dalla terra dei Tulipani. L’altro, invece, era corto, sgraziato all’apparenza ma con un sinistro che non era un piede, ma una bacchetta magica. Tra l’Adone olandese e il ranocchio uruguagio,[...]

    Leggi

  •  

    La sgroppata di Felice Centofanti

    Ottobre 16, 2019
    “Il mio calcio è quello di Baresi, Gascoigne, Di Livio, Nunziata, Roberto Baggio. Quello di George Best, magari quello mio. Ma di gioia, allegria e di un attimo di follia sinceramente non ne vedo più” (Felice Centofanti) Se c’è stato un terzino sinistro che non ha passato gli anni ’90 da inosservato, questi è stato[...]

    Leggi

  •  

    L’uomo forte

    Settembre 30, 2019
    Quando il Bayern offre all’Inter Andy Brehme, da tempo l’aveva lasciato libero di cercarsi una squadra.  La sua convivenza con il tecnico Heynckes era diventata infatti impossibile. I motivi : l’impiego rinsaccato a centrocampo: “Una settimana mi faceva giocare terzino sinistro , la settimana dopo centrocampista sulla destra. Certe volte ho avuto perfino timore di[...]

    Leggi

  •  

    “Non è stato il miglior giocatore al mondo solo perché non lo ha voluto”

    Settembre 9, 2019
    Estate 1997: Massimo Moratti fa il Babbo Natale e regala ai tifosi dell’Inter quello che, per molti, era il miglior calciatore sulla faccia della terra, Ronaldo, il vero Ronaldo. Il 31 agosto sono tutti lì per lui: San Siro si riempie di 62.000 tifosi nerazzurri pronti ad acclamare il numero 10. La scena, però, se la prende un altro[...]

    Leggi

  •  

    Se io fossi un Angelo

    Agosto 13, 2019
    Angelo Domenghini corre veloce. Strada libera. Sono quasi le due di notte di lunedì 12 aprile 1965. Anzi di martedì 13, ormai. La sua Alfa Romeo Giulietta TI attraversa viale Certosa, direzione Sesto San Giovanni. Arriva quasi all’incrocio con Viale Monteceneri. Si ritrova da destra un’altra Alfa. Angelo la vede troppo tardi. L’urto è violentissimo.[...]

    Leggi

In collaborazione con

© 2018 Il nobile Calcio di Provincia. Tutti i diritti riservati

1 2 3