Giorgio Carrera è nato a Pavia il 25 gennaio 1955.

Impostato inizialmente come mezzala, ricoprì nel resto della carriera il ruolo di libero, interpretandolo in chiave di regista arretrato con facoltà di sganciarsi in attacco.

Esordiì nel campionato di Serie D 1971-‘72, con la maglia del Pavia, agli ordini di Carlo Alberto Quario; nella stagione successiva il nuovo allenatore Ernesto Villa lo trasformò definitivamente in libero. In seguito passò alla Reggiana, con cui debuttò nel campionato di Serie B: rimase in granata per tre stagioni, due delle quali da titolare, pur condizionato dai primi infortuni.

Nel 1976 venne acquistato dal Lanerossi Vicenza, con cui ottiene la promozione in Serie A e il successivo secondo posto alle spalle della Juventus. Nell’estate 1978, durante il ritiro precampionato, rimase vittima di un grave infortunio, per il quale saltò quasi tutta la stagione giocando solamente le ultime partite di campionato, concluso con la retrocessione. Si trasferì poi per una stagione al Torino, dove non ebbe miglior fortuna: un nuovo, serio infortunio lo limitò ad un’unica presenza in campionato.

Tornato per un’annata al Vicenza, nella stagione 1981-‘82 militò nel Bologna, per un’ultima annata di Serie A conclusa con la prima retrocessione dei felsinei tra i cadetti. L’anno successivo, a causa di dissapori con il nuovo allenatore Luigi Radice, scese di categoria giocando dapprima con il Carpi nell’Interregionale e poi nelle fila dell’Olbia. Le successive tappe della sua carriera furono il Palermo in Serie C2 nella stagione 1987-‘88 in cui fu il capitano della squadra che a fine anno ottenne la promozione, e la Bagnolese in Promozione e Interregionale, con cui concluse la carriera a 37 anni.

Le nostre interviste

Le nostre interviste. Quando con Giorgio Carrera parlammo del #RealVicenza

Posted by Il Nobile Calcio di Provincia on Friday, 19 July 2019