Notizie

  •  

    Il difensore che parò un rigore a Shevchenko

    Marzo 11, 2020
    Joseph Bowers è stato il primo uomo ad aver provato ad evadere da Alcatraz. Un giorno, dopo aver finito di lavorare presso l’inceneritore dei rifiuti della prigione, si avviò verso la rete metallica. Le guardie gli intimarono più volte di fermarsi ma lui andò avanti, fino alla discordia. Gli spararono e catapultò giù giù da[...]

    Leggi

  •  

    Il Bomber di Provincia: Stefan “Sansone” Schwoch

    Agosto 2, 2019
    È la parte romantica e poetica del calcio. Dietro ai grandi attaccanti delle big ci sono loro, una marea di cannonieri che segnano Gol a grappoli  sempre e solo nelle piazze minori del calcio italiano. Grandi con i piccoli, piccoli con i grandi. Fisico da muratore, corsa da mezzofondista cicca fedele compagna di viaggio e[...]

    Leggi

  •  

    «Buta ‘a bala in Laguna»: la storia del glorioso Venezia e dell’Isola di Sant’Elena

    Gennaio 6, 2020
    Questa è la storia di un altro calcio e di altre epoche. Di giocatori che entravano in campo per battersi con l’avversario senza organizzare combine e pastette per incassare soldi dai malavitosi. Niente scommesse, niente partite “over” cioè gonfiate nel risultato per assecondare il gioco sporco degli scommettitori, niente Procure che indagano, nessun idolo da[...]

    Leggi

  •  

    A Tuta, “il Mostro della laguna”, diedero anche il “Tapiro d’oro”

    Luglio 15, 2019
    “Machecazzo ha fatto…?!” Aveva fatto gol. Seguì esultanza solitaria, tra i compagni frastornati. Ce ne fu uno che si mise le mani nei capelli, un altro che guardò smarrito verso la propria panchina. “Machecazzo ha fatto…”. Un altro che gli corse dietro, mica per abbracciarlo, voleva picchiarlo. Avversari di sasso, molta nebbia intorno. Il gol che[...]

    Leggi

  •  

    “Non è stato il miglior giocatore al mondo solo perché non lo ha voluto”

    Settembre 9, 2019
    Estate 1997: Massimo Moratti fa il Babbo Natale e regala ai tifosi dell’Inter quello che, per molti, era il miglior calciatore sulla faccia della terra, Ronaldo, il vero Ronaldo. Il 31 agosto sono tutti lì per lui: San Siro si riempie di 62.000 tifosi nerazzurri pronti ad acclamare il numero 10. La scena, però, se la prende un altro[...]

    Leggi

  •  

    Sasà Campilongo, con una tripletta, eliminò la Juventus dalla Coppa Italia

    Aprile 2, 2019
    Salvatore Campilongo detto Sasà, era un eccellente centravanti con la carriera sempre in salita, giocata principalmente tra la serie B e la C. Ha sempre viaggiato nel calcio di provincia indossando la maglia di: Juve Stabia, Avellino, Empoli, Mantova, Campania, Frattese, Salernitana, Brindisi, Casertana, Venezia, Palermo, Turris, Frosinone, Giugliano, Pozzuoli e infine Marcianise. Poca gloria,[...]

    Leggi

In collaborazione con

© 2020 Il Nobile Calcio. Tutti i diritti riservati

1 2