Notizie

  •  

    “La mia Libia, la mia Juve, quel magico Mundial”

    Ottobre 4, 2019
    “Quando nel 1982 vincemmo il Mondiale in Spagna con l’ Italia di Bearzot, beh, chiesi il permesso di visitare la Libia, per rivedere i luoghi dove ero nato e cresciuto, l’ oratorio delle prime partitelle da bambino. Ma il colonnello Gheddafi mise il veto. E dire che negli stadi mi chiamavano proprio così, Gheddafi…”. Bella[...]

    Leggi

  •  

    Sostiene Fascetti: il casino organizzato

    Settembre 13, 2019
    Rampulla, Vincenzi, Salvadè, Strappa, Limido, Cerantola, Di Giovanni, Mauti, Mastalli, Bongiorni, Turchetta . Questa è la formazione del Varese quel giorno all’Olimpico. Si gioca la promozione in serie A contro la Lazio. Quel Varese ha condotto in testa il campionato di serie B 1981-’82 per ventisei giornate quasi sempre da solo. Con una squadra che[...]

    Leggi

  •  

    Il Bomber di Provincia: la roccia Sergio “Capitan” Pellissier

    Agosto 29, 2019
    È  la parte romantica e poetica del  calcio. Dietro ai grandi attaccanti delle big ci sono loro, una marea di  cannonieri che segnano Gol a grappoli  sempre e solo nelle piazze  minori del calcio italiano. Grandi con i piccoli, piccoli con i grandi. Quando si parla delle bandiere di un calcio che non c’e più[...]

    Leggi

  •  

    Libera, il talento della Milano by night

    Luglio 17, 2019
    Il ragazzo che portava la maglia numero 11 e sembrava il nuovo Riva. Tutti e due erano del lago Maggiore: Gigi Riva di Leggiuno, Giacomo Libera di Ispra. Vicini di casa e piedi sinistri apparentemente simili. Libera, nel Varese dei primi anni Settanta, faceva coppia con Egidio Calloni non ancora Sciagurato. Il Milan ingaggiò Calloni[...]

    Leggi

  •  

    “Prima di Van Basten Eu ci fui”: Asparino Umile veniva da quei campi in terra battuta come lo erano un tempo

    Maggio 28, 2019
    Un calciatore col pedigree ad hoc dovrebbe aver necessariamente militato dapprima nelle serie minori  per potersi considerare un giocatore “che s’è fatto da sé”, che abbia testato i campi ruvidi della provincia meccanica, quella che ti fa maturare anche se hai quindici anni e la mamma ti soffia ancora il naso, quando hai tanti sogni[...]

    Leggi

  •  

    Il miglior Varese di sempre, quello che umiliò la Juve

    Marzo 26, 2019
    Il 4 febbraio del 1968 non fu una domenica come tutte le altre per Varese: fu il giorno in cui undici ragazzi vestiti con una maglia biancorossa segnarono cinque reti alla Juventus. 5-0, tripletta di Anastasi, reti di Leonardi e Vastola, il portiere Da Pozzo pressoché disoccupato e il tecnico dei bianconeri, Heriberto Herrera, stramazzato[...]

    Leggi

In collaborazione con

© 2018 Il nobile Calcio di Provincia. Tutti i diritti riservati