Notizie

  •  

    L’Urss era il vero Brasile

    Luglio 15, 2020
    L’avvocato Luis Uruñuela Fernández stava ultimando il suo mandato come sindaco del partito andaluso-socialista, il primo eletto nella Spagna democratica. Aveva presentato da tre mesi la candidatura della città di Siviglia all’Expo del ’92 mandando avanti i lavori del metrò e la conversione del quartiere Este. Tutta la Spagna del post franchismo si stava regalando[...]

    Leggi

  •  

    Il brusco risveglio prima della rivoluzione

    Febbraio 13, 2020
    Prima della rivoluzione è il titolo di un film di Bernardo Bertoluccci di due anni prima ed è lo slogan più esplicativo per spiegare il mondo nel 1966. Le giornate degli italiani erano rigidamente scandite tra lavoro, case sempre più comode, orari fissi e consumismo. La guerra era oramai alle spalle, il lavoro c’era quasi[...]

    Leggi

  •  

    Il protagonista è uno

    Giugno 11, 2020
    Si chiamava Henri Delaunay e il calcio gli deve molto. Sessanta anni dopo la sua morte, il suo nome è rimasto legato alla Coppa che premia i campioni d’Europa: fu lui, negli Anni Venti, da dirigente di calcio, ad aver teorizzato la creazione una competizione continentale per nazionali.  Con Jules Rimet aveva fatto crescere il[...]

    Leggi

  •  

    Intere generazioni di ragazzini sono cresciuti con il suo mito

    Ottobre 29, 2019
    A lui, gli è stato dedicato anche un asteroide, il 3442 Yashin. Se fosse ancora in vita, avrebbe 90 anni, ma il “ragno nero” russo, è morto nel 1990, a 60 anni, a causa di un cancro allo stomaco. La mitologia attorno alla figura di Lev Ivanovič Jašin (o Yashin per comodità e popolarità occidentale) è ampia perché tanto ha[...]

    Leggi

  •  

    Il genio emerso dalla Cortina di ferro

    Marzo 17, 2020
    La leggendaria squadra della Dinamo Kiev schierata da Valeriy Lobanovskyi era ampiamente considerata come una macchina scientifica precisa con ruoli chiaramente definiti. Ma c’era una scintilla che spiccava nel reggimento: Oleh Blokhin. Lobanovskyi ha insegnato di continuo ai suoi giocatori: “Non pensare! Giocare!”. Blokhin poteva certamente giocare, come pochi altri, ma avrebbe potuto scegliere di[...]

    Leggi

In collaborazione con

© 2020 Il Nobile Calcio. Tutti i diritti riservati