Notizie

  •  

    Il sette è il suo numero

    Novembre 20, 2020
    Lo hanno sempre chiamato  “il Barone”: a chi deve il soprannome? A un giornalista di Torino, Fulvio Cinti, perché diceva che aveva stile in campo e fuori. A lui, però, piaceva anche il soprannome “Brazil”, inventato da un altro giornalista, Vladimiro Caminiti. Stiamo parlando di Franco Causio. Che vinse il Mundial dell’82 e anche la[...]

    Leggi

  •  

    Virdis non voleva la Juve, ma poi…

    Luglio 11, 2020
    È entrato nella storia juventina, più che per le sue gesta, per quel clamoroso (per quei tempi) rifiuto di vestire la maglia bianconera. Nell’estate 1977, infatti, Boniperti lo vuole a Torino. La valutazione è di oltre due miliardi: la Juventus che non era riuscita a raggiungere Riva non vuole lasciarsi scappare quello che è considerato,[...]

    Leggi

  •  

    Il guerriero svedese ha chiuso gli occhi

    Settembre 22, 2020
    La sua buona battaglia, parafrasando San Paolo, Klas Ingesson l’ha combattuta fino alla fine. Fisico da corazziere (un metro e 90 per 86 chilogrammi di peso forma), lo svedese è stato un vero guerriero sul campo come nella vita. Da calciatore ha vissuto stagioni molto positive anche in Italia con le maglie di Bari, Bologna[...]

    Leggi

  •  

    La brutta pagina del Totonero

    Giugno 14, 2020
    Lo scandalo del calcio-scommesse 1980 colpì il calcio italiano nella stagione agonistica 1979–’80 e vide coinvolti giocatori, dirigenti e società di Serie A e B, i quali truccavano le partite di campionato attraverso scommesse clandestine che per la Figc rappresentavano casi di illecito sportivo. Le società coinvolte nell’inchiesta furono Milan, Lazio, Bologna, Juventus, Avellino, Perugia, Fiorentina,[...]

    Leggi

  •  

    Il Sergente B’rslèin

    Agosto 11, 2020
    Eugenio Bersellini guidò l’Inter al dodicesimo scudetto. Qualcuno diceva che faceva giocare le sue squadre in modo vecchio, all’italiana (difesa e contropiede). Un giorno però lui rivendicò la primogenitura di un modulo che era diventato di moda: “Il rombo l’ho inventato io. L’ho utilizzato da quando ho iniziato ad allenare e la mia Inter dello scudetto giocava[...]

    Leggi

  •  

    Una spia della polizia segreta al servizio del Lecce

    Febbraio 9, 2020
    Gheorghe Popescu, ex difensore del Lecce, era una spia di Ceausescu. Lo ha ammesso nel 2009 lo stesso “Gica” in un’intervista apparsa sulle pagine del quotidiano rumeno Evenimentul Zilei. Popescu, oggi 52enne, ha affermato di aver collaborato con la Securitate, il servizio segreto del regime comunista del dittatore Nicolae Ceausescu, fra il 1985 e il[...]

    Leggi

In collaborazione con

© 2020 Il Nobile Calcio. Tutti i diritti riservati

1 2 3