Due volte beffato sul filo di lana per un solo punto

Due volte beffato sul filo di lana per un solo punto

Giuseppe Sabadini, detto Tato, è cresciuto nelle giovanili della Sampdoria Debutta in A appena 17enne a metà maggio ’66 nel successo interno per 1-0 sul Napoli, per poi far parte in pianta stabile quale terzino titolare della difesa blucerchiata nel triennio 1968-’71,...
Lo chiamano il piccolo Vogts, è un nano gigante

Lo chiamano il piccolo Vogts, è un nano gigante

Quello argentino non si sa che fine farà, ma l’Icardi italiano si sa che ha fatto in carriera e dopo. Si chiama Andrea e per il Milan è stato un motorino inesauribile in anni difficili, nella prima metà degli anni ’80, quando la società rossonera passò in pochi anni...
C’è un calcio, così diverso da quello di allora, di Beppe Viola

C’è un calcio, così diverso da quello di allora, di Beppe Viola

Beppe Viola lo trovi ancora, ma sempre di meno, negli occhi agrodolci di chi è disposto a perdere tutto in cambio di una battuta geniale, spiazzante, fatta con l’urgenza di ribaltare un luogo comune, un potere, in sintesi – anche se qui la brevità è sconsigliata – di...