Notizie

  •  

    Alfiero Caposciutti, il portiere che si fece centravanti

    Luglio 22, 2019
    Quando Alfiero Caposciutti viene convocato nella Nazionale juniores è il portiere di belle speranze. E’ un classe ’41 . Con lui Facchetti dell’Inter, Bercellino della Juventus, Rosato del Torino. L’11 febbraio 1960 giocano una partitella in un San Siro innevato. Alfiero Caposciutti viene schierato nella squadra allenatrice. Gli va male: quello dell’Alessandria, un certo Gianni[...]

    Leggi

  •  

    Gianni Di Marzio, una lunga carriera e quel rimpianto per Ronaldo. Che brucia ancora

    Luglio 3, 2019
    Come calciatore Gianni Di Marzio non ha sfondato, anche se i numeri erano buoni, infatti in sole tre presenze con la maglia dell’Ischia realizzò due gol. Solo una stagione 1962-’63 poi quattro anni dopo ebbe inizio la sua carriera da allenatore, prima come vice nell’Internapoli poi allenando le giovanili del Napoli ed infine fece il[...]

    Leggi

  •  

    Gigi Simoni, il Mister gentiluomo che quella volta però fece invasione di campo

    Giugno 25, 2019
    Nato a Crevalcore il 22 gennaio 1939, Luigi Simoni, noto semplicemente come Gigi, è stato un calciatore e allenatore italiano, oltre che apprezzato dirigente sportivo. Il suo nome è legato in particolar modo a due squadre: il Genoa e l’Inter. Gigi Simoni calciatore. La carriera Simoni muove i primi passi nel Mantova, con cui riesce[...]

    Leggi

  •  

    Rimarrà per sempre l’idolo delle domeniche “du palluni”

    Aprile 27, 2019
    La voce di Bruno Pizzul nella diretta Rai del 26 giugno 1991 a Cosenza non la dimenticherà mai nessuno. Quella telecronaca la conosce a memoria persino chi non era ancora nato. Si giocava a Pescara lo spareggio per rimanere in serie B, si affrontavano Cosenza e Salernitana, due tifoserie caldissime ed estremamente rivali. Al sesto[...]

    Leggi

  •  

    La svolta: Bergamini non si suicidò, venne assassinato!

    Gennaio 10, 2019
    È stata riesumata, al cimitero di Boccaleone di Argenta (Ferrara) la salma di Donato “Denis” Bergamini, il giocatore del Cosenza la cui morte, avvenuta il 19 novembre del 1989 a Roseto Capo Spulico (Cosenza), venne attribuita a un suicidio. «Quello che è stato fatto oggi doveva essere stato fatto tanti anni fa», ha dichiarato Donata Bergamini, la sorella di Denis che, da anni, si batte per[...]

    Leggi

In collaborazione con

© 2018 Il nobile Calcio di Provincia. Tutti i diritti riservati