L’astio per Herrera, il suo carnefice sportivo, non lo abbandonerà mai

L’astio per Herrera, il suo carnefice sportivo, non lo abbandonerà mai

Straordinario fu il podio, tutto straniero, dei cannonieri della stagione 1958-‘59. Ventotto gol, il record dei suoi diciotto campionati italiani, valsero all’esordiente brasiliano José Altafini detto Mazola soltanto il secondo posto; e terzo, con ventisei bersagli...
Armandino, un rivoluzionario mite

Armandino, un rivoluzionario mite

Ludwig van Beethoven scrisse che avrebbe voluto prendere il suo destino per la gola ma non ci riuscì. Neanche Armando Picchi c’è riuscito, è stato un destino bastardo come in poche altre circostanze a prendere lui. Il 27 maggio del 1964 a Vienna, Picchi alza da...