Notizie

  •  

    Massimino ha sempre lottato contro i potenti del calcio

    21 Gennaio, 2020
    “Che mi dici di Angelo Massimino?” Questa è la domanda che in questi ultimi giorni ho rivolto ai catanesi. A Catania, Massimino è uno dei simboli iconici della città assieme al Liotru, a Bellini, a Sant’Agata. Non c’è catanese che non lo descriva non ricorrendo alle sue famose gaffes, agli aneddoti dietro gli spogliatoi, ai[...]

    Leggi

  •  

    «Long John» e quella maglia bianconera della Massese

    20 Gennaio, 2020
    Giorgione Chinaglia, nato a Carrara (nel quartiere di Pontecimato) il 24 gennaio 1947, aveva iniziato la carriera in Galles, nello Swansea City, dove si era trasferito con la famiglia da bambino. Poi tornò in Italia per giocare in serie minori con la Massese e l’Internapoli. Proprio a Massa nel 1966, è iniziata la sua carriera[...]

    Leggi

  •  

    Anastasi: vero uomo e sportivo di un tempo

    21 Gennaio, 2020
    Pietro Anastasi se ne è andato. Via come fece molti anni fa, giovane di belle speranze, partendo dalla sua Catania per giungere al Nord che lo ha dapprima adottato e poi fatto diventare uomo. Da lì non se ne è più andato via. Venerdì scorso è stato il giorno della sua ultima partita. E l’ha[...]

    Leggi

  •  

    Ricordo del passaggio a Cagliari di un giocatore unico

    19 Gennaio, 2020
    Al Mondiale di Italia ‘90 l’Uruguay non è propriamente una delle favorite, eppure molti nutrono grandi aspettative sulla Celeste. Ci sono giovani promettenti, ma anche calciatori già formati, nel pieno della loro maturità, guidati dalla verve rivoluzionaria di Oscar Washington Tabárez. Contrariamente ai pronostici, però, gli uruguaiani sbagliano le prime due partite con Spagna e Belgio;[...]

    Leggi

  •  

    Tresòr, l’eccezione

    20 Gennaio, 2020
    “C’è gente che mi fa domande soltanto su quella partita. Come se avessi giocato solo quella”. A Siviglia, ovviamente. Quella sera. Per chi vince, c’è la finale. Platini gira intorno a Briegel e conquista un piazzato. Batte Giresse in mezzo: “Quando attaccavamo, io andavo spesso avanti. Mi stava marcando Hrubesch, che era più grosso di[...]

    Leggi

  •  

    La Primavera della Fiorentina, allenatore Arrigo Sacchi

    18 Gennaio, 2020
    Un bambino gracile. A tredici anni pesa solo quarantanove chili. Anche se col pallone se la cava meglio degli altri. Non per niente gioca già nella Fiorentina : “Andavo agli allenamenti ma abitavo a Pistoia. Dovevo prendere prima il treno. Era il locale delle tredici e venticinque . Poi dovevo saltare sul pullman numero 17[...]

    Leggi

In collaborazione con

© 2020 Il Nobile Calcio. Tutti i diritti riservati

1 25 26 27 69