Notizie

  •  

    Quando Tagnin sfidò il Grande Real con la maglia del Rapallo

    25 Febbraio, 2019
    Il gioco del calcio come tutte le cose si evolve, o quantomeno muta nel tempo. Con esso mutano spesso anche le interpretazioni di determinati ruoli che rendono difficilmente paragonabili giocatori di epoche diverse. Un esempio su tutti è il ruolo del mediano: già celebrato da una nota canzone sul finire degli anni Novanta, il “mediano”[...]

    Leggi

  •  

    Quando San Siro esplose per il Condor Agostini

    25 Febbraio, 2019
    Quando venne siglato quel goal, Pippo Inzaghi (un altro nove e massimo esponente della rapacità offensiva), militava nei settori giovanili non ancora maggiorenne e coccolato dalla sua Piacenza che nella stagione successiva l’avrebbe fatto esordire fra i professionisti. Sia chiaro, nessun avventato confronto fra l’eroe di Atene 2007, destinato appunto a trofei e palcoscenici più[...]

    Leggi

  •  

    Dell’Oglio, il primo ad arrivare all’allenamento e l’ultimo ad andarsene..

    25 Febbraio, 2019
    Antonio Dell’Oglio: da Carlo Mazzone, passando dalla Coppa Uefa sfiorata in Viola, fino alla storica promozione in C2 con il Melfi, 20 dopo l’esordio in A. Correva l’anno 2002 e in una malinconica domenica d’autunno, dal settore ospiti dello stadio Viviani di Potenza, con tanto di sciarpa gialloverde al collo ero tra le diverse centinaia[...]

    Leggi

  •  

    Quando il Catanzaro fu sul punto di vincere la Coppa Italia

    22 Febbraio, 2019
    Nella storia del Catanzaro memorabile fu l’edizione della Coppa Italia 1965-’66. Squadre di grossa levatura nazionale furono sconfitti grazie alle reti di Gianni Bui grosso attaccante che nei due anni in cui giocò con i giallorossi ottenne 67 presenze e realizzò 33 goal. Iniziammo in casa contro il Messina il 29 agosto 1965 2-0 con[...]

    Leggi

  •  

    I sette giorni di Nevio Scala che portarono alla Coppa delle Coppe

    25 Febbraio, 2019
    Li aspetta la storia, forse la leggenda. Li aspetta Wembley. E forse hanno un po’ di paura. In fondo tre anni fa erano solo in serie B. Manca un mese esatto alla finale quando Tino Asprilla fa due capriole in faccia all’Atletico Madrid e parte per la Colombia. E’ Pasqua e poi lì c’è sua[...]

    Leggi

  •  

    Curi e Sollier: gli anni Settanta devono molto al Perugia

    22 Febbraio, 2019
    Gli anni Settanta calcistici, devono molto a Perugia. Perché è da quel cuore d’Italia che sono venute tante delle immagini pallonare del decennio di piombo, a partire da Paolo Sollier, calciatore proletario, che in maglia rossa saluta a pugno chiuso la curva laziale di eterna fede fascista. E poi la fotografia di Renato Curi buttato[...]

    Leggi

In collaborazione con

© 2020 Il Nobile Calcio. Tutti i diritti riservati

1 56 57 58 62