Notizie

  •  

    Aveva centrato più bersagli Angelo in due mesi che il “Grande Gatsby” in tre anni

    Febbraio 28, 2019
    Mercoledì 29 luglio 1981. Sono le 7,30. Nel ritiro di Colle San Marco un’auto della Polizia si presenta al quartier genrrale dell’Ascoli. Ad Angiolino Gasparini, trentenne stopper che sta per iniziare la sua quarta stagione in bianconero, viene consegnata un’accusa di detenzione e spaccio di droga accompagnata da un mandato di cattura. Gasparini sale in[...]

    Leggi

  •  

    Teramo calcio, una passione che viene da lontano

    Febbraio 28, 2019
    1941, 1975, 2003, 2015: sono quattro colpi andati a vuoto per il Teramo, che indicano però come questa realtà coltivi la speranza di lasciarsi alle spalle, finalmente, un passato che comprende lunghi periodi di dilettantismo. L’attività calcistica in città ebbe inizio nel 1913 e si limitò a tornei rionali finché, a partire dal 1929, alcune[...]

    Leggi

  •  

    Ad Avellino Ramon Diaz trovò il suo Sudamerica

    Febbraio 28, 2019
    Pochi giorni fa il Corriere dello Sport ha dedicato due pagine intere a Ramon Angel Diaz, attaccante argentino, che ad Avellino conoscono benissimo. Tre stagioni superbe in Irpinia, che rilanciarono il “puntero triste”, fatto fuori dal Napoli, non per incapacità, ma per problemi ambientali. Napoli che fu la prima piazza italiana dell’attaccante dopo la sua[...]

    Leggi

  •  

    Un gol che ha cambiato la sua carriera

    Febbraio 28, 2019
    Alessandria-Reggiana del 1975. Spareggio per rimanere in serie B giocato allo stadio “San Siro” di Milano. Alla fine vincono gli emiliani per 2-1, grazie al gol decisivo di Sileno Passalacqua . Dopo quella rete, Passalacqua divenne un autentico idolo, tanto che ancora oggi viene ricordato con affetto e ammirazione. Gli hanno anche dedicato un murales.[...]

    Leggi

  •  

    Un piccolo club di provincia entrato nella storia

    Febbraio 27, 2019
    Definite come favole, hanno toccato con mano il sogno di vivere, o sfiorare per un anno, l’approdo almeno nella serie cadetta. Sono le squadre meteore del calcio italiano che sono state protagoniste di una sola stagione in Serie B senza però lasciare il segno. Retrocesse subito e nella peggiore delle ipotesi, fallite l’anno successivo. Storica[...]

    Leggi

  •  

    Dedicato ai pompieri spezzini che vinsero lo scudetto (non riconosciuto) nel 1944

    Febbraio 27, 2019
    Lo Spezia ha vinto il cosiddetto “scudetto fantasma” del 1944. Il calcio ha dimostrato di non volersi arrendere anche davanti a un episodio drammatico come la guerra, ma in un clima in cui c’era la Repubblica di Salò da una parte e l’avanzata degli Alleati dall’altra, la Federazione Italiana Giuoco Calcio, che si era trasferita[...]

    Leggi

In collaborazione con

© 2018 Il nobile Calcio di Provincia. Tutti i diritti riservati

1 33 34 35 43