Ascoli-Rangers Glasgow 2-0 e quel torneo ormai lontano
Set 15, 2021

Il 22 giugno 1980, l’Ascoli conquistò il suo primo trofeo internazionale, cui seguì nel 1986 la Mitropa Cup. I bianconeri dell’indimenticabile Gibi Fabbri vinsero in Canada la “” (Torneo della foglia rossa) organizzato dalla Federazione calcistica canadese per promuovere il soccer nel Paese dove basket e football americano la fanno da padroni per tradizione e storia.

Il programma del torneo

In finale, all’Igor Wynne Stadium di Hamilton, – come racconta Bruno Ferretti su “Cronache Picene” – l’Ascoli sconfisse 2-0 gli scozzesi del Rangers Glasgow con una rete per tempo di Moro (24’pt) e Perico (42’st). L’Ascoli portò a casa, con il trofeo, anche un sostanzioso premio in dollari canadesi che i bianconeri ben volentieri si divisero prima di andare in vacanza. E dire che non volevano partecipare a quel torneo e fecero di tutto per non andare in Canada ma il presidente Rozzi fu irremovibile. Aveva preso impegno con la Federcalcio e volle rispettarlo. L’Ascoli fu invitato in Canada perché aveva chiuso il campionato di Serie A al quarto posto, miglior risultato di tutti i tempi. Questa la formazione vittoriosa: Pulici (43’st Muraro), Anzivino, Boldini (43’st Stallone), Castoldi, Gasparini, Scorsa, Trevisanello, Moro, Anastasi, Bellotto (43’st Baldassarri), Perico. L’allenatore Fabbri subito dopo il raddoppio di Perico fece entrare il secondo portiere Muraro e i giovani Stallone e Baldassarri, due ragazzi della Primavera aggregati alla prima squadra: volle regalare anche a loro la soddisfazione di scendere in campo nella finale, seppure per pochissimi minuti. Fra gli scozzesi sconfitti c’erano diversi giocatori della Nazionale come Forsyth, Johnstone, Mc Donald e Jackson.

 Le altre due squadre partecipanti alla “The Ref Leaf Cup” erano Botafogo (Brasile) e Nancy (Francia). La comitiva bianconera fu guidata nell’avventura in Canada da due dirigenti delegati da Rozzi: il compianto Peppe Sacripanti e Nazzareno Agostini.

Condividi su: