Il 28 ottobre 1970, il Gubbio si trasferì a Coverciano per una amichevole del tutto speciale. I rossoblù affrontarono la Nazionale italiana di Ferruccio Valcareggi, che si stava preparando per la prima gara delle qualificazioni agli europei del 1972. L’Italia era reduce dall’ottimo mondiale disputato in Messico: gli Azzurri erano arrivati secondi, perdendo la finale allo stadio “Atzeca” contro il grande Brasile di Pelè. Per il Gubbio fu una vera e propria festa, una data storica per il calcio eugubino.

Prati svetta di testa, Zoff pronto al tuffo

Come spesso capitava in queste amichevoli, il portiere della squadra più forte andava fra i pali della squadra sparring partner, perché non passasse 90 minuti di inutile solitudine e si potesse invece allenare. E fu così che quella volta il portiere del Gubbio fu nientemeno che Zoff. Ma l’inizio fu incredibilmente di marca rossoblu, forse perché gli Azzurri sottovalutarono la squadra umbra che all’epoca militava in serie D, tanto che Zoff passò 15 minuti di inoperosità, grazie all’arcigna difesa di Cerafischi e Pierotti, che arginarono in un modo o nell’altro Prati e Mazzola. Non si dovettero invece preoccupare di Riva, visto che l’attaccante del Cagliari, che aveva realizzato una doppietta in casa dell’Internazionale la domenica precedente, era tenuto a riposo precauzionale dal Ct Valcareggi, che fra l’altro fu l’arbitro di quella partita.

Cerafischi e Ferrari con Prati e Rivera

Zoff, puntiglioso e serio come sempre, si era imparato i nomi dei quattro difensori del Gubbio per poter dirigere la difesa come sempre, fra un borbottio e un urlo a mezza voce, perché a lui bastava una parola per farsi obbedire. Dicevamo che non solo il Gubbio iniziò meglio della Nazionale, ma addirittura si prese il lusso di andare in vantaggio, con uno splendido gol di Falasconi. La Nazionale italiana, poi, pareggiò e in breve dilagò andando a segno con De Sisti, Juliano, Gori e con un autogol di Pierotti; Mazzola e Rivera furono autori di una doppietta ciascuno. La partita finì 8-1 per gli Azzurri.

Martini e Ferrari affrontati da Facchetti, dietro Valcareggi assiste

Allo stadio “Prater” di Vienna, tre giorni dopo, l’Italia colse il successo per 2-1 con reti di De Sisti e Mazzola, perdendo purtroppo lo stesso Riva che si fratturò il perone, il primo dei due gravissimi infortuni subiti da Rombo di Tuono in Nazionale.

Da parte sua, il Gubbio la domenica seguente vinse di misura in casa contro la F. J. Borgo San Lorenzo, con rete di Pasqua, che trovò più spazi contro i difensori toscani piuttosto che fra Rosato e Cera…

Le formazioni dell’amichevole

Gubbio: Zoff, Cerafischi, Pierotti, Ferrari (Rosatelli), Raspati (Rossi), Cenci (Belardi), Martini (Piobbichi), Chiaraluce, Falasconi, Berettini, Pasqua. All. Agostinelli.
Italia: Albertosi, Burnich, Facchetti (Poletti), Bertini, Rosato (Niccolai), Cera (Ferrante), Domenghini (Gori), De Sisti (Juliano), Mazzola, Rivera, Prati. C.T. Valcareggi.

Simone Zaccagni