Notizie

  •  

    Le dimissioni di Bearzot

    Gennaio 21, 2020
    Quel giorno a Santa Margherita Ligure, chi cerca il signor Enzo Bearzot, non lo trova. Un gigantesco ascesso al dente gli ha deformato quella faccia ossuta e lo ha costretto a letto. E’ il primo raduno post-Europeo della Nazionale, ci sono tutti. Lui si fa imbottire di pillole dal dentista e arriva. Anche se in[...]

    Leggi

  •  

    «Long John» e quella maglia bianconera della Massese

    Gennaio 20, 2020
    Giorgione Chinaglia, nato a Carrara (nel quartiere di Pontecimato) il 24 gennaio 1947, aveva iniziato la carriera in Galles, nello Swansea City, dove si era trasferito con la famiglia da bambino. Poi tornò in Italia per giocare in serie minori con la Massese e l’Internapoli. Proprio a Massa nel 1966, è iniziata la sua carriera[...]

    Leggi

  •  

    Anastasi: vero uomo e sportivo di un tempo

    Gennaio 21, 2020
    Pietro Anastasi se ne è andato. Via come fece molti anni fa, giovane di belle speranze, partendo dalla sua Catania per giungere al Nord che lo ha dapprima adottato e poi fatto diventare uomo. Da lì non se ne è più andato via. Venerdì scorso è stato il giorno della sua ultima partita. E l’ha[...]

    Leggi

  •  

    Il baffone nato a Barake, lo storico e proletario quartiere di Pola

    Gennaio 20, 2020
    Petrovic, lo zingaro. Petrovic “che viveva in una rou­lotte”. Petrovic, il portiere “che non teme niente e nessuno”, che si rompe la testa dopo essersi gettato tra i piedi dell’attaccante avversario per rubargli il pallone, ma tanto gioca lo stesso. Zelico Petrovic, il portiere nato a Zara il 14 aprile 1948, fu un personaggio discusso: amato da tantissimi[...]

    Leggi

  •  

    Tresòr, l’eccezione

    Gennaio 20, 2020
    “C’è gente che mi fa domande soltanto su quella partita. Come se avessi giocato solo quella”. A Siviglia, ovviamente. Quella sera. Per chi vince, c’è la finale. Platini gira intorno a Briegel e conquista un piazzato. Batte Giresse in mezzo: “Quando attaccavamo, io andavo spesso avanti. Mi stava marcando Hrubesch, che era più grosso di[...]

    Leggi

  •  

    Il Casale che umiliò i Maestri inglesi

    Gennaio 19, 2020
    Il calcio, lo sport più amato in assoluto, in Piemonte è Juventus e Torino, ma non solo. È nella provincia che sopravvive un calcio dal sapore antico, che lascia trapelare le vicende di un passato ricco di fascino. Qui cominciò, tanti anni fa, la leggenda del football, una leggenda di gente dedita a formare vere[...]

    Leggi

In collaborazione con

© 2020 Il Nobile Calcio. Tutti i diritti riservati

1 2 3 4 92