L’Olimpia Asunción e la Coppa Intercontinentale del 1979
Set 13, 2021

L’Olimpia Asunción, è una società polisportiva paraguaiana con sede ad Asunción. Deve la sua fama soprattutto alla sezione calcistica. Fu fondato il 25 luglio 1902 da vari giovani dello stesso paese, e il suo nome deriva del suo principale socio fondatore, William Paats, olandese, già radicato nel Paraguay, che è considerato il padre del calcio paraguaiano per aver introdotto la pratica di questo sport nel paese. È il club più titolato del calcio paraguaiano con i suoi 42 titoli nazionali. El Decano o Rey de Copas, come è popolarmente conosciuto, detiene anche il record di sei titoli consecutivi in assoluto nella Prima Divisione calcistica. L’Olimpia ha 8 titoli internazionali, tra i quali i più prestigiosi sono 3 Coppa Libertadores e 1 Coppa Intercontinentale. È l’unico club paraguaiano che abbia vinto tornei ufficiali della Conmebol.

Olimpia 1960, vicempione nella Copa Libertadores

Nel 1979 entra nella storia, conquistando un risultato che poche squadre al mondo hanno centrato: vincere tutti i titoli possibili ufficiali in un anno. Il Quadriplete è stato ottenuto vincendo quell’anno il campionato Pparaguaiano, la Coppa Libertadores, la Coppa Interamericana e la Coppa Intercontinentale. I suoi successi gli hanno permesso di posizionarsi al quinto posto delle migliori squadre di America del XX secolo e al quidicesimo posto tra i club più vincitori nelle competizioni internazionali in tutto il mondo.

Fine anni Settanta e inizio anni Ottanta: il periodo aureo

1990, la finale mondiale persa contro il grande Milan di Van Basten, Gullit & C.
Anno 1997

Merita essere ricordata la Coppa Intercontinentale del 1979. L’assegnazione del trofeo per il 1978 deve registrare ancora il doloroso forfait sia di Liverpool che di Boca Juniors: un vero peccato visto l’altissimo valore delle contendenti. 

La squadra del 1979
La finale d’andata in Svezia

Per il 1979 ancora forfait, questa volta del Nottingham Forest, che adduce l’eccesso di impegni agonistici, e apre la strada ai vicecampioni svedesi del Malmö, ai quali non sembra vero assurgere a tali livelli, togliendo mordente alla competizione. Non per niente il Malmö è già uscito dalla Coppa Uefa ’1979-80, per mano del Feyenoord.

Il ritorno in Paraguay

Dall’altra parte la sorpresa che arriva dal Paraguay: l’Olimpia Asuncion che per la prima volta vince la Coppa Libertadores battendo in finale nientemeno che il Boca Juniors. La stampa mondiale ormai snobba l’evento, le due squadre non offrono molto di più di una buona dimostrazione di agonismo. Con una condotta di gara giudiziosa, l’Olimpia si aggiudica l’andata in Svezia con una rete di Evaristo Isasi, il suo portiere Almeida si distingue per alcuni ottimi interventi. L’incontro di ritorno, nella bolgia del Defensores del Chaco, non ha praticamente storia: 2-1 per l’Olimpia, con gol di Solalinde e Michelagnoli.

Ever Hugo Almeida

L’uomo in più è Ever Hugo Almeida, istituzione del calcio paraguaiano, il portiere dei record, specialista nel parare rigori. Debutta nel 1967 nella squadra del Cerro di Montevideo, prima di essere chiamato in Paraguay nel Club Guarani, dove resta fino al 1973. Trasferitosi al Club Olimpia, ci resta per 17 anni, fino al 1990, diventando il giocatore con più presenze in assoluto in Coppa Libertadores con 113 apparizioni proprio con la maglia del club di Asunción.

Condividi su: